Estate RomanaESTATE ROMANA 2016eventipresentazione libri

Valeria Ancione all’Estate Romana!

Pubblicato il

valeria-ancione-e-copertina

Martedi 6 settembre, ore 19:30, Valeria Ancione presenterà il suo romanzo “La dittatura dell’Inverno”, ed. Mondadori.

IL LIBRO

Nina è così, una donna che corre, come e più di tutte, tra la famiglia multicolore cui ha dato vita e la famiglia allargata dei clienti, che nella Tana di Michele, la libreria più speciale, possono anche gustare le sue crostate squisite e il suo tè profumato. Ma Nina ha freddo, perché è sopraggiunto l’inverno, con gli abiti pesanti, gli impegni a ogni ora, la negazione della luce, che induce al nascondimento, al proibito… L’inverno è una dittatura che la attanaglia, le accende il desiderio del sole sulla pelle, di una libertà dai molti ruoli che tutti si aspettano che lei interpreti senza sbavature. È così che Nina va in piscina a nuotare, solo l’acqua intorno come in uno scampolo d’estate. E lì conosce Eva: nemmeno trent’anni, un corpo vibrante, occhi affamati di felicità. Eva è coraggiosa e originale, è dolce e capisce tutto al volo. È una donna, non c’è nulla di male a diventarne amica, a vedersi nei ritagli di tempo… Fino a che un sentimento immenso, imprevisto e imprevedibile, sorge tra loro con la forza di un’onda che non si può arginare. E mentre l’inverno porta con sé molti altri turbamenti, tanti incontri che la fanno sentire viva e insieme mettono in discussione ogni equilibrio, Nina cerca di guardarsi dentro, di capire che cosa vuole davvero. Alla dittatura dell’inverno, quando il freddo della vita ci schiaccia, si soccombe o ci si ribella, ci si arrende o si combatte per imporre la propria identità: che non è più quella di prima, ma può diventare ancora più forte e fiera quando il sole torna a splendere. Al suo esordio narrativo, Valeria Ancione ci sorprende per la naturalezza e l’energia della sua scrittura e ci affida una storia delicata e speciale, che ci ricorda come anche l’esistenza più piena e felice possa essere attraversata dal lampo folgorante di una nuova possibilità.

L’AUTORE

Valeria Ancione è nata a Palermo nel 1966 e cresciuta a Messina, dove torna ogni anno per l’estate. Dal 1989 vive a Roma. Lavora come giornalista al ‘Corriere dello Sport-Stadio’, si occupa anche di calcio femminile.
Ex giocatrice di basket, è sposata e ha tre figli.
Di sé dice: «Amo la focaccia e la granita messinese, il pane palermitano con farina rimacinata e sesamo, i colori dell’alba sullo Stretto, i gechi appiccicati alle pareti, la menta e il basilico. Amo raccontare le donne.
Non finisco un libro se non mi piace. Non guardo la tv. Il mio film preferito è Via col vento, la mitica frase ‘ci penserò domani, dopotutto domani è un altro giorno’. Ho una casa quasi sul mare sempre piena di gente che entra ed esce, va e ritorna. Contesto il fuorigioco e pertanto mi rifiuto di capirlo».