Estate Romanavideopoesia

Luigi Cinque all’#estateromana di Lunghezza

luigi cinque estate romana

luigi cinque estate romana#estateromana 2017 a Lunghezza

DOMENICA 3 Settembre ore 21:30

Momenti d’autore

Luigi Cinque  presenta

RASSEGNA INTERNAZIONALE DI VIDEO POESIA

con video tratti dal Roma Poetry Film Festival, il primo Festival internazione di VideoPoesia, giunto alla VII edizione.

Che cosa è la videopoesia? è l’esplosione di un confine, quello del libro come luogo privilegiato per l’espressione poetica, quello del “clip” come spot o come videoclip musicale. Così la videopoesia è un luogo figurato che racconta la sperimentazione ai confini tra i linguaggi delle arti visive e della parola, in cui le leggi e le regole possono persino essere capovolte.

Perchè una rassegna di videopoesia? : per affermare che una linea di confine, specialmente nel mondo dell’arte, nell’istante in cui viene tracciata, contiene in sé la propria cancellazione, che la deflagrazione è già in atto al momento della definizione di un “proprio” non contaminato dall’“altro” (arte visiva, video, musica). La contaminazione diventa oggi condizione per la sopravvivenza di un’identità della parola poetica, non più univoca ma multiforme, caleidoscopica.

LUIGI CINQUE

E’ musicista, regista e scrittore.

tudia composizione con Daniele Paris (Conservatorio Luciano Refice di Frosinone) e composizione elettronica con Franco Evangelisti (Conservatorio di S. Cecilia Roma). Corsi di specializzazione a Siena con Luciano Berio. Diploma in Clarinetto (Conservatorio de L’Aquila 1984). All’Università (Laurea in Filosofia Estetica e Storia del Teatro 1976) segue a lungo i corsi di Cinema e Letteratura ed ha tra i suoi maestri (1974[Dove?]) Piepaolo Pasolini.

Nel 1973 lavora con alcuni dei più importanti gruppi storici[Quali?] di “cross over” tra musica popolare, jazz, moderna. Negli anni ottanta lavora spesso come musicista con il teatro di ricerca e la nuova danza. Collabora tra gli altri con Carlo Quartucci, Pina Bausch, Jannis Kounellis, Renato Mambor. Come strumentista e compositore è presente nei più importanti[Quali?] festival continentali di musica contemporanea.

Studia nel 1987 tecniche e interpretazione del Raga presso il ‘Performing Art Institut ‘ Indu University di Varanasi (India). Trova successivamente una propria identità artistica e una personale cifra musicale e scenica negli anni novanta arrivando a definire una sua musica e una scrittura “ transgenica e postcontaminata” in cui sono presenti radici etniche, jazz, elettronica, poesia, rock e musica contemporanea. Organizza una sua speciale formazione l’Hypertext O’rchestra che vede in scena, tra gli altri, personaggi della musica internazionale come Jivan Gasparyan, Paolo Fresu, Badara Seck, Danilo Rea, Alex Balanescu, Petra Magoni, Fratelli Mancuso, Armandinho, Efren Lopez, Raiz, Gian Luigi Trovesi, Carlo Rizzo, Lucilla Galeazzi, Urna Chaktar Tugky, Sal Bonafede, Ralph Towner, Patrizio Fariselli, BNET HOUARYAT . Nel 2002 pubblica l’album “Tangerine Cafè” giudicato dalla critica[Chi?] miglior disco europeo di World Music e segnalato anche dalla rivista fROOTS come miglior lavoro discografico dell’anno. Fonda nel 1997 e dirige fino al 2007 con altri il Festival della parola “roma poesia” e collabora ‘in concerto’ con numerosi poeti e scrittori tra i quali John Giorno, Paco Taibo II, Lello Voce, Aldo Nove, Vidiadhar S. Naipaul, Umberto Eco, Nanni Balestrini, Edoardo Sanguineti, Achille Bonito Oliva, Valerio Magrelli. Con Mauro Pagani in concert al Live8 di Roma nel Luglio 2005. È direttore artistico dell’Etichetta indipendente OFFICINA MEDITERRANEO/MRF5: centro di produzioni ed edizioni multicodice.

Come regista e videomaker ha diretto più di dieci documentari ed è Premio Regia 1994 Festival di Salerno con “l’Opera dei canti e dei cunti” prodotta da RAI International. Come saggista ha pubblicato un libro dal titolo “ Kunzertu. la musica in Italia “ ed. Longanesi 1977. Suo il romanzo “ La banda dell’idiota” 1997 ( ed Stampa Alternativa ). Collabora periodicamente con testate nazionali e internazionali e riviste di cultura.

Docente ( a contratto ) di Storia della Musica presso l’Università La Sapienza di Roma dal 2002 al 2007 e presso l’Università per stranieri (Unistrasi) di Siena nel 2007/8. Nel 2010 inizia la preparazione del film Transeuropæ Hotel :una produzione Italo Brasiliana in collaborazione con Sicilia Film Commission, MiBac e Istituto Luce. Una storia di musica, di scienza e “scomparizioni”. Una storia di pensiero magico e pensiero razionale.

Nel 2010 è poeta performer italiano invitato al Festival di Medellin. Luna Reverse suo ultimo disco è Award 100 Jazz It 2010. Agosto 2011 concerto/evento alla Casa del Jazz a Roma progressive/REUNION con gli AREA, Patrizio Fariselli, Alex Balanescu, Sal Bonafede. Settembre 2011 Tour Colombia Jazz in duo con Sal Bonafede. Gran tour colombiano di tutti i più importanti festival del jazz, Bogotà, Cali, Barraquilla, Cartagena, Medellin in duo con Sal Bonafede.

Conclude nell’estate 2012 il film Transeuropae Hotel selezionato in concorso al Festival du Cinema du Monde di Montreal sezione “Focus on the world”, Festival du cinema Italienne de Annecy, Terra di cinema ( cinema italienne ) Amiens, Sudestival 2013, Copenaghen International Cinema Festival, Washington maggio 2013. Il film vince nel aprile 2013 l’Award come miglior lungometraggio Italiano al RIFF ( Roma Indipendent Film Festival ).

Nell’autunno 2012 dirige a Tripoli in Libia il primo concerto della nuova pace con l’orchestra classica tradizionale di Tripoli e i solisti Maria Pia De Vito, Sal Bonafede, Lucilla Galeazzi, Gabriele Mirabassi. È presente – giugno 2013 – come poeta performer al Festival Mondiale di Poesia di Caracas. Menzione speciale al Festival do Rio per Transeuropae Hotel. In duo con Fausto Mesolella, giugno 2014. Tour brasiliano giugno 2014 con Armandinho e Sal Bonafede per i concerti di ITALIA NA COPA. Nel 2014 scrive e dirige Il Jazz visto dalla luna con Mimmo Cuticchio, Gabriele Mirabassi, Balanescu Quartet, Lazy Film, Patrizio Fariselli.