Laboratorio di teatro per adulti

Progetto laboratorio teatrale per adulti

Facciamo finta che io ero…

 

Partendo dalla riscoperta del gioco, questo progetto laboratoriale ha come scopo fondamentale quello di creare un momento di svago dalla quotidianità di tutti i giorni, permettendo ai partecipanti di concedersi delle ore per essere, pensare e agire come altro da sé.

Il progetto vuole inoltre favorire la riscoperta dei rapporti interpersonali, lo studio sul proprio corpo e sulla propria emotività. Partendo da esercizi fisici, sensoriali e vocali di training, si cercherà di creare un gruppo coeso che riesca a interagire guardandosi negli occhi, attraverso un linguaggio extraquotidiano, dando vita così ad un reciproco scambio di informazioni ed emozioni “dal vivo”.

Si lavorerà poi sulla comprensione e analisi approfondita di scene, monologhi e testi integrali della tradizione teatrale e, se la volontà dei partecipanti sarà tale, su una messa in scena finale.

Promosso dalla regista e attrice Vanessa Galati, che si occuperà della gestione del laboratorio e di tutte le parti organizzative, il progetto è rivolto a tutti coloro i quali vogliano riscoprire e rimettere in gioco sé stessi, che vogliano reimparare a concedersi momenti di svago liberi da ogni limite. Non è richiesta nessuna particolare esperienza in ambito teatrale e artistico ma è gradita la volontà di giocare con sé stessi e con gli altri e di scoprire le proprie capacità.

Obiettivi didattici

Il progetto si prefigge l’obiettivo di creare uno spazio dove, tramite la pratica teatrale, tutti coloro i quali ne sentono il bisogno potranno dar voce ed esprimere ciò che risulta difficile tirar fuori nella propria realtà. Tra gli obiettivi specifici si elencano:

  • l’educazione e lo studio della psiche e del corpo finalizzati alla scoperta e all’espressione di sé;
  • la valorizzazione delle risorse emotive e sviluppo di creatività interpretativa, di autostima e autodisciplina;
  • lo sviluppo del rispetto dell’altro, dell’assunzione di responsabilità, del sentimento di solidarietà attraverso il lavoro cooperativo;
  • l’educazione linguistico-letteraria finalizzata alla ricezione-comprensione del testo;
  • l’abilità di confrontarsi con codici linguistici diversi;
  • sviluppare le capacità di integrare organicamente codici comunicativi diversi – specie linguistico e gestuale;
  • sollecitare l’interesse e l’amore per la dimensione artistico-culturale.

 

Fasi e attività previste

Il laboratorio si propone come luogo di riflessione e approccio all’attività teatrale e la materia principale su cui farà leva il corso, oggetto della maggior parte delle lezioni, sarà la comprensione: di sé stessi, dell’altro, del testo, del contesto in cui viviamo.
Il laboratorio vedrà il suo svolgersi in tre fasi, diversi step in cui verranno approfonditi i momenti della creazione di uno spettacolo e non solo:

  • Prima fase: Preparazione del corpo e della voce con esercizi di training singoli e di gruppo con lo scopo di conoscere meglio sé stessi, gli altri, interazione e studio con e dello spazio;
  • Seconda fase: Analisi e lettura di vari testi della tradizione classica del teatro e relativo approfondimento sullo studio e l’analisi della creazione di un personaggio;
  • Terza Fase: Open class o eventuale messa in scena di un testo.

 

Principali Caratteristiche

È previsto un numero minimo (7) e un numero massimo (12) di partecipanti. In caso di eccessiva richiesta si provvederà con la creazione di due gruppi che lavoreranno parallelamente.

Ai partecipanti sarà richiesto un impegno di un giorno settimanale con incontri pomeridiani o serali (orari da stabilire) della durata di 1,5/2 ore ciascuno.

Se in corso d’opera si deciderà di preparare uno spettacolo finale, la frequenza degli incontri potrà intensificarsi nelle settimane immediatamente precedenti alla data della prima rappresentazione.

Sarà richiesta una costante partecipazione al progetto: si lavorerà sull’emotività e sull’interazione tra i singoli, dunque la presenza ad ogni incontro è fondamentale per fini propriamente didattici. Ogni assenza deve essere preventivamente comunicata agli organizzatori del corso (libreria “Infinte Parentesi” e/o direttamente Vanessa Galati).

Il laboratorio si svolgerà negli ambienti messi a disposizione della libreria “Infinite Parentesi”.
La durata dello stesso, comprensivo dei suoi tre moduli, sarà di 32/48 ore (incontri a cadenza settimanale della durata di 2/3 ore).